HomeArchivio news → Comunicato n. 67 del 28 Luglio 2011

Comunicato n. 67 del 28 Luglio 2011

logo_autoritCOMUNICATO ALLE SOCIETA' ORGANISMO DI  ATTESTAZIONE ED AGLI ORGANISMI DI CERTIFICAZIONE ACCREDITATI AL RILASCIO DELLA  CERTIFICAZIONE DI QUALITA' AZIENDALE NEL SETTORE DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE.

Indicazioni operative in merito alle ipotesi di annullamento,  decadenza e sospensione dei certificati di qualità aziendale rilasciati nel  settore delle imprese di costruzione da parte degli Organismi di Certificazione  alla luce dell'entrata in vigore del regolamento D.P.R. n. 207/2010.

 

Il D.P.R. 5  ottobre 2010 n. 207, recante il "Regolamento di esecuzione ed attuazione del  decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163", all'art. 63, comma 4, stabilisce  che gli organismi di certificazione accreditati al rilascio dei certificati del  sistema di qualità aziendale conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO  9000 nel settore delle imprese di costruzione hanno l'obbligo di comunicare  all'Autorità, entro cinque giorni, l'annullamento ovvero la decadenza della  certificazione di qualità aziendale, ai fini dell'inserimento della notizia nel  casellario informatico. La stessa comunicazione è inviata nel medesimo termine  alle SOA, che avviano, nei confronti delle imprese interessate, il procedimento  di accertamento del possesso dei requisiti.

A far data dall'entrata in vigore del  suddetto Regolamento, quindi, spetta agli Organismi di certificazione  comunicare alle SOA l'annullamento o la decadenza della certificazione di  qualità aziendale, ai fini dell'attivazione del procedimento ex art. 40, comma  9 ter del  D.Lgs. 163/2006 nei confronti  delle medesime imprese che hanno ricevuto l'annullamento o la decadenza della  certificazione di qualità.

Con riferimento alle modalità di  trasmissione delle suddette comunicazioni, nelle more dell'implementazione dei  sistemi informatici dei soggetti di cui all'art. 63 del citato D.P.R.  207/10,  gli organismi di certificazione  dovranno indirizzare la relativa nota all'Autorità - Direzione Generale  Vigilanza Sistema di Qualificazione e Sanzionatorio -  e alla SOA interessata,  specificando i seguenti dati: i) denominazione  e codice fiscale dell'impresa interessata dalla revoca della certificazione; ii) dati identificativi del certificato revocato; iii) data del  provvedimento di revoca. Detta comunicazione dovrà essere inoltrata  preferibilmente per mezzo di posta elettronica certificata ovvero a mezzo posta  raccomandata A/R.

Al fine di  garantire omogeneità nell'attuazione del dettato regolamentare, appare opportuno  chiarire che l'obbligo, previsto nei confronti degli organismi di  certificazione di procedere alle comunicazioni all'Autorità e alle SOA, non  risulta esteso dall'art. 63, comma 4 del D.P.R. n. 207/2010 ai casi di sospensione dei certificati di qualità  al ricorrere dei quali, quindi, non occorre effettuare l'immediata  rivalutazione dei parametri dell'attestato di qualificazione dell'impresa  interessata.

Il Presidente
Giuseppe  Brienza

numero verde 800 83 30 83